Quel ramo del Lago di Lecco … Narrando i Promessi Sposi s’impara!

Prenderà il via nelle prossime settimane la Programmazione della Scuola dell’Infanzia Papa Giovanni XXIII, della Sezione Primavera e del Centro Prima Infanzia Trallallà che si trovano all’ombra del Campanile di San Nicolò in Lecco. 

Una programmazione ambiziosa dal titolo “Quel ramo del Lago di Lecco … Narrando i Promessi Sposi s’impara!”. L’idea nasce dai bambini stessi che lo scorso anno, facendo “quattro passi in città”, si sono accorti che in mezzo ad una piazza c’era una statua con un signore… sembrava che pensasse! Dialogando con le insegnanti si è scoperto che il suo nome è Alessandro Manzoni e che ha scritto una storia molto importante che parla di due ragazzi e della città di Lecco.

Proprio a partire dalla valorizzazione delle curiosità dei bambini, dalla loro naturale predisposizione all’esplorazione, dalla loro voglia di sperimentare, fare, giocare, giocarsi, dallo scambio, dalla discussione e negoziazione con gli altri, dal continuo confronto in collegio docenti, si è scelto il tema della nostra programmazione, che motivi e che leghi fra di loro l’uso di tutti i linguaggi possibili riferiti ai campi di esperienza citati nelle Indicazioni Nazionali per le scuole dell’infanzia.

“Maestra ma cosa sono quelle bandierine dell’Italia con un cappello dalla forma strana?”

“Sembra quasi il cappello di Renzo!!”

“Ma noo, questo è più schiacciato, quello di Renzo è più rotondo!”

“C’è anche una piuma.”

I nostri bambini sono sempre grandi osservatori, con uno sguardo aperto sul mondo. Grazie all’outdoor education, che – anche a seguito della posizione privilegiata nel centro della città, isola pedonale e alla vicinanza del Lago – caratterizza la nostra scuola, i piccoli fanno esperienza all’aperto e grazie alla cura, alla pazienza e alla professionalità delle loro insegnanti, si trovano insieme le risposte alle numerose domande crescendo nella conoscenza.

“Guardate bambini quel signore, indossa proprio quel cappello con una piuma. Andiamo a fargli qualche domanda…”.

“Gli alpini sono persone che salivano sulle montagne e difendevano l’Italia dal nemico.”

“Maestra, la piuma tanti anni fa veniva usata anche per scrivere perché non c’erano i pennarelli!

“Forse anche Manzoni, quando ha scritto I Promessi Sposi non aveva neanche lui i pennarelli e le penne, quindi forse avrà usato anche lui la piuma”.

Si svolgerà nei prossimi giorni il raduno del secondo raggruppamento degli alpini e a partire dall’osservazione degli allestimenti in città, i bambini hanno imparato parole nuove, hanno ascoltato storie diverse, hanno fatto collegamenti accrescendo la propria dimensione cognitiva, emotiva e relazionale.

Anche i più piccini della Primavera e del Trallallà, poiché nella nostra Scuola si lavora sul Progetto 0/6, declineranno in modo semplice la programmazione, scoprendo e curiosando tra i Luoghi Manzoniani più vicini: piazza Era con le sue barche ed il Lago, le montagne, i libri… e molto altro ancora che non sappiamo raccontare, poiché nascerà strada facendo dall’incontro tra i bambini e le loro insegnanti.

Il prossimo lunedì 24 ottobre si terrà l’assemblea generale della scuola presieduta da Monsignor Davide Milani, nella quale si declineranno ai genitori i contenuti educativo-didattici dell’anno scolastico. 

Condividi

Correlati

News

 “Opere Sante” supera i 5.000 visitatori

“Opere Sante”, l’edizione 2022/2023 dell’evento “Capolavoro per Lecco” ha superato quest’oggi i 5 mila visitatori: 5.315, per l’esattezza sono le persone che hanno avuto modo,