Parrocchia S. Materno

La Chiesa dedicata attualmente a San Materno fu eretta nel 1576 assieme al convento dei Frati Cappuccini.

Entrambi gli edifici sono stati resi famosi dalla penna di Alessandro Manzoni ed il recente restauro (Convento-poster) ha consentito di riportare l’intero complesso al suo “semplice” ma vero splendore.

Nella chiesa sono custodite alcune tra le opere più interessanti del ‘600 e del ‘700 di tutta Lecco.

Nella Parrocchia è attivo l’oratorio in Via Guado in cui si svolgono settimanalmente le attività di catechesi per i bambini delle elementari. In esso ha sede la sportiva particolarmente attenta al tessuto sociale del quartiere favorendo l’integrazione e l’inserimento di minori di famiglie straniere o in difficoltà.

L’oratorio ospita regolarmente da una decina di anni nelle serate di luglio la Sagra de Pescarenech, divenuta famosa anche oltre i confini della parrocchia per i suoi tornei, per la regata de “i batei”, per la sua cucina… festa popolare in cui i volontari e gli amici della parrocchia si mettono a servizio di tutti per creare un vero clima di comunità.

Durante l’anno, in oratorio vengono ospitati gruppi di volontari che gestiscono attività che coinvolgono persone con disabilità o senza fissa dimora.

La Caritas parrocchiale è presente e attiva in varie forme.

Nel territorio della parrocchia vi sono inoltre la Scuola per l’Infanzia “Antonio Corti”, l’asilo nido “Il Ritrovo”, il carcere, il polo universitario del Politecnico con un campus per studenti stranieri e altre strutture gestite da operatori del Comune aperte a tutta la città come il Giglio e l’asilo nido Arcobaleno.

Vicario parrocchiale, residente in parrocchia, è Don Cristiano Mauri.

Segreteria

News